glossariocome-parteciparebanche-convenzionatedomande-rispostegalleria-fotograficadocumenti

Partner uff.le progetto LegalAste  "Aste Giudiziarie On line" -   ASTEIMMOBILIARIWEB.IT - Autorizzato dal Ministero di Giustizia alla pubblicazione delle vendite giudiziarie.

ricerca-iimmobile-tribunale

tribunale-cosenza-1

Edificio monopiano adibito ad appartamento

  • Descrizione sintetica
  • Scheda dettagliata
  • Documenti allegati

Appartamento composto da vani 4,5  siti nel comune di Rende (Cs)

Data Asta: 28.07.2017

Giudice dell’Esecuzione: Dott.ssa Francesca Goggiamani

AVVISO DI VENDITA SENZA INCANTO DI BENI IMMOBILI

Il Professionista Delegato, Dott.ssa Raffaella Reggio;

-          Vista l’ordinanza di delega del 17/10/2016;

visti gli art. 591 bis, 569 e segg. c.p.c. come modificati dal D.L. 83/2015 convertito dalla legge n. 132/15;

(vedere documentazione allegata)     FOTO GALLERY

Scheda dettagliata della procedura

  • Regione: Calabria
  • Città: Rende
  • Indirizzo: via Pietà 18
  • Cap: 87036
  • Provincia: Cosenza
  • Tipologia: Abitativo
  • Descrizione sintetica: Edificio monopiano , costruito nel 1966, adibito ad appartamento, composta da : cucina, soggiorno, n. due stanze da letto , n.1 bagno ed un corridoio.
  • Categoria: A/428
  • Tribunale: Cosenza
  • Prezzo: Fino a € 50.000,00
  • Data Vendita (00-00-000): 28-07-2017
  • Tipo di procedura: Causa civile
  • Rito: .
  • R.G.E Proc. N°- Anno: 219-2010
  • Anno: 2010
  • Enti esattoriali: nc
  • Quota: Piena proprietà
  • Stato dell'immobile: L’immobile è occupato dalla famiglia del debitore.
  • Scadenza asta (00-00-000): 28-07-2017
  • Zona: Calabria
  • Dettaglio Asta:

    TRIBUNALE ORDINARIO DI COSENZA

    Sezione Esecuzioni Immobiliari

    Giudice dell’Esecuzione: Dott.ssa Francesca Goggiamani

    Delegato alla vendita e Custode giudiziario: Dott.ssa Raffaella Reggio

    Procedura di espropriazione immobiliare n. 219/2010

     

    AVVISO DI VENDITA SENZA INCANTO DI BENI IMMOBILI

    Il Professionista Delegato, Dott.ssa Raffaella Reggio;

    -          Vista l’ordinanza di delega del 17/10/2016;

    -          visti gli art. 591 bis, 569 e segg. c.p.c. come modificati dal D.L. 83/2015 convertito dalla legge n. 132/15;

    FISSA

    Per il deposito di offerte ai sensi dell’art. 571 c.p.c. esclusivamente dalle ore 9.30 alle ore 12.00 del giorno non festivo che precede l’udienza di seguito indicata presso lo studio del professionista delegato alla vendita sito in Cosenza ,Via C. Marini, 12 ;

    FISSA

    L’udienza per deliberazione sull’offerta e per la gara tra gli offerenti ai sensi dell’art. 573 c.p.c. il giorno, 28 Luglio 2017, alle ore 16.30 avanti a sé, presso lo studio del professionista delegato;

    STABILISCE

    per il caso in cui venga disposta la gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c. ovvero nell’ipotesi in cui si debba procedere alla vendita con incanto, che ciascuna offerta in aumento sull’offerta più alta non potrà essere inferiore a : € 100,00 per gli immobili valutati fino a € 5.000,00, € 1.000,00 per gli immobili valutati da € 5.000,00 a € 50.000,00; € 2.000,00 per gli immobili di valore superiore a € 50.000,00.

    DESCRIZIONE DELL’IMMOBILE

    LOTTO N. 1

    Edificio monopiano , costruito nel 1966, adibito ad appartamento, composta da : cucina, soggiorno, n. due stanze da letto , n.1 bagno ed un corridoio. L’immobile è sito in Rende, via Pietà 18. In catasto è riportato al NCEU del Comune di Rende, Provincia di Cosenza al foglio 43, particella 425, zona 1, cat. A/4, classe 1, vani 4,5, rendita €. 132,47.

    Prezzo ribassato di un ulteriore 10%   € 12.285,00

    L’immobile è occupato   dalla famiglia del debitore .

    DETERMINA

    Modalità di presentazione delle offerte:

    1. Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa presso lo studio del professionista, entro le ore 12.00 del giorno precedente la data fissata per il loro esame e per la vendita. Sulla busta dovrà essere indicato esclusivamente il nome di chi deposita materialmente l’offerta (che può essere persona diversa dall’offerente) e la data della vendita; nessun altra indicazione deve essere apposta sulla busta e, dunque, né nome delle parti, né numero della procedura, né il bene per cui è stata fatta l’offerta, né l’ora della vendita o altro;
    2. L’offerta dovrà contenere:

    -          Il cognome, il nome, luogo e data di nascita, codice fiscale o partita IVA, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile, ( non sarà possibile intestare l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta); se l’offerente è coniugato in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge; se l’offerente è minorenne l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare;

    -          I dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta;

    -          L’indicazione del prezzo offerto che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita (prezzo base con massimo ribassato di ¼ ), a pena di inefficacia;

    -          Il termine di pagamento del prezzo e degli oneri tributari che non potrà comunque essere superiore a 120 giorni dalla data di aggiudicazione, con la possibilità per l’offerente di indicare un termine piu’ breve, circostanza questa che verrà valutata dal delegato o dal giudice ai fini della migliore offerta ;

    -          L’espressa dichiarazione di aver preso visione della relazione di stima;

    1. All’offerta dovranno essere allegati i seguenti documenti:

    - se persona fisica: Fotocopia di un documento di identità dell’offerente in corso di validità firmato, del codice fiscale ed estratto per riassunto dell’atto di matrimonio (certificato di stato libero);

    -  se società o persona giuridica: certificato del registro delle imprese (o del registro persone giuridiche), attestante la vigenza dell’ente ed i poteri di rappresentanza, nonché fotocopia di un documento di identità del o dei rappresentanti legali;

    -  in caso di avvocato che presenti offerta per persona da nominare, la riserva di nomina dovrà essere effettuata nell’offerta di acquisto;

    -  in caso di intervento di un rappresentante volontario, originale o copia autentica della procura; in caso di cittadino di altro Stato, non facente parte della Comunità Europea, certificato di cittadinanza ed eventualmente permesso o carta di soggiorno, al fine della verifica della condizione di reciprocità.      

    1. All’offerta dovrà essere allegato, un assegno circolare non trasferibile intestato al professionista delegato (seguito dal numero della procedura), per un importo pari al 10% del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di decadenza dall’aggiudicazione;
    2. L’offerta presentata è irrevocabile; l’offerente è tenuto a presentarsi all’udienza sopra indicata. In caso di mancata presentazione e qualora l’offerta sia la sola presentata per quel lotto, il bene sarà comunque aggiudicato all’offerente non presente.
    3. L’aggiudicatario dovrà depositare il residuo prezzo e l’importo degli oneri fiscali e delle spese necessarie per il trasferimento (che sarà comunicato all’aggiudicatario entro dieci giorni dal professionista delegato), detratto l’importo della cauzione, entro il termine indicato nell’offerta, mediante deposito presso lo studio del delegato di assegni circolari non trasferibili, intestati al delegato stesso; il mancato versamento del saldo prezzo (o di una rata ove il giudice abbia autorizzato per giustificati motivi il pagamento rateale) entro il termine indicato nell’offerta, l’aggiudicazione sarà revocata e sarà disposto l’incameramento della cauzione.
    4. Non verranno prese in considerazione offerte pervenute dopo la conclusione della gara, neppure se il prezzo offerto fosse superiore di oltre un quinto a quello di aggiudicazione.
    5. Le buste saranno aperte, alla presenza degli offerenti, all’udienza e all’ora sopra detti :
    6. In caso di unica offerta:se l’offerta è pari o superiore al 75% del prezzo base d’asta (cd. Prezzo minimo)si procederà ad aggiudicazione all’unico offerente; qualora il prezzo offerto sia inferiore al prezzo base e siano state presentate istanze di assegnazione a norma dell’art. 588 c.p.c., il bene verrà assegnato al prezzo base d’asta al creditore istante a norma degli art. 588 e ss. c.p.c.;
    7. In caso di pluralità di offerte: si inviteranno gli offerenti a fare una gara sull’offerta piu’ alta:

    -          se gli offerenti aderiscono alla gara, il bene verrà aggiudicato al migliore offerente (allorchè sia trascorso 1 minuto dall’ultima offerta senza che ne segua un’altra maggiore), salvo che la migliore offerta sia inferiore al prezzo base e sia stata fatta istanza di assegnazione, in tal caso, il bene staggito verrà assegnato al creditore istante ex art. 588 c.p.c.

    -          Se gli offerenti non aderiscono alla gara( non rilanciano), bisogna distinguere le seguenti ipotesi:

    1. In caso di offerte a prezzi diversi, il bene staggito verrà aggiudicato al migliore offerente , salvo che la migliore offerta sia inferiore al prezzo base e sia stata fatta istanza di assegnazione , in tal caso il bene staggito verrà assegnato al creditore istante ex art. 588 c.p.c.;
    2. In caso di offerte al medesimo prezzo, qualora questo sia inferiore al prezzo base e sia stata fatta istanza di assegnazione, il bene verrà assegnato al creditore istante ex art. 588 c.p.c.; in mancanza di istanza di assegnazione, il bene verrà aggiudicato all’offerente che avrà prestato la cauzione maggiore; in caso di parità della cauzione, all’offerente che avrà indicato il minor termine di pagamento del saldo prezzo; nel caso in cui sia indicato lo stesso termine di pagamento, all’offerente che per primo avrà depositato la busta.

    Se tuttavia , sono state presentate istanze si assegnazione a norma dell’art. 588 e il prezzo indicato nella migliore offerta o nell’offerta presentata per prima o ancora se il prezzo offerto all’esito della predetta gara è inferiore al prezzo base, il giudice non fa luogo alla vendita e procede all’assegnazione.

    1. Qualora l’aggiudicatario per il pagamento del saldo prezzo intende fare ricorso ad un contratto bancario di finanziamento con concessione di ipoteca di primo grado sull’immobile acquistato, egli dovrà indicare nella propria domanda di partecipazione l’istituto di credito mutuante; entro il termine fissato per il versamento del saldo prezzo le somme dovranno essere erogate direttamente dall’istituto di credito mutuante con le modalità indicate dal professionista delegato mediante consegna di un assegno circolare non trasferibile intestato allo stesso . Conformemente a quanto previsto dall’art. 585 ultima comma c.p.c. nel decreto di trasferimento il Giudice dell’esecuzione inserirà la seguente dizione” rilevato che il pagamento di parte del prezzo relativo al trasferimento del bene oggetto del presente decreto è avvenuto mediante erogazione della somma di…….. d parte di….. a fronte del contratto di mutuo a rogito… del…. Rep…. E che le parti mutuante e mutuataria hanno espresso il consenso all’iscrizione di ipoteca di primo grado a garanzia del rimborso del predetto finanziamento, si rende noto che, conformemente a quanto disposto dall’art. 585 c.p.c., è fatto divieto al Direttore dell’ufficio del Territorio di trascrivere il presente decreto se non unitamente all’iscrizione dell’ipoteca di cui all’allegata nota”; in caso di revoca dell’aggiudicazione le somme erogate saranno restituite direttamente all’istituto di credito mutuante senza aggravio di spese per la procedura; qualora si renda necessaria la sottoscrizione del decreto di trasferimento contestuale alla stipula del contratto di finanziamento, l’aggiudicatario dovrà fare richiesta di fissazione di apposito appuntamento ( a pena di decadenza dal diritto di accedere a questa forma particolare di emissione del decreto) nell’istanza di partecipazione.

    CONDIZIONI DI VENDITA

    La vendita dei beni pignorati è disciplinata dalle seguenti condizioni:

    1. Gli immobili pignorati sono posti in vendita nella consistenza indicata nella consulenza redatta dallo stimatore (che deve intendersi qui per intero richiamata a trascritta); quanto alle indicazioni della normativa relativa alle regolarità urbanistica degli immobili si richiamano nel presente avviso le indicazioni e gli accertamenti operati dall’esperto (in ogni caso, l’aggiudicatario potrà, ricorrendone i presupposti, avvalersi della facoltà di cui al comma 5 dell’art. 46 del DPR n. 380/2001, purchè presenti domanda di concessione o permesso in sanatoria entro 120 giorni dalla notifica del decreto di trasferimento).
    2. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive. La vendita è a corpo e non a misura (eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo).
    3. La vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo: l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere- ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore- per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni;
    4. I compensi di cui all’art 7 comma 1 del DM 25 Maggio 1999, n. 313 saranno posti a carico dell’aggiudicatario;
    5. I beni sono venduti liberi da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramento (se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni saranno cancellate a spese dell’aggiudicatario); sono a carico dell’aggiudicatario, inoltre, gli oneri fiscali del trasferimento.

    PUBBLICITA’ LEGALE

    Il presente avviso sarà reso pubblico mediante i seguenti adempimenti ai sensi dell’art. 490 commi 1 e 2 cod.proc.civ.

    1. A cura del professionista delegato mediante affissione all’albo del Tribunale di Cosenza;
    2. nel medesimo termine, sarà curata la pubblicazione del presente avviso di vendita attraverso la pubblicità di un estratto del presente avviso nel termine di quarantacinque giorni prima della data fissata per l’esame delle offerte ex art. 570 cod.proc.civ. sul giornale “La Gazzetta del Sud Ed. Cosenza ”e attraverso l’inserimento dell’avviso di vendita sul sito internet e ivi  con il testo integrale del presente avviso, dell’ordinanza di delega e della consulenza di stima.

    Maggiori informazioni possono essere forniti dalla Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Cosenza e/o dal delegato alla vendita, nonché custode giudiziario,Dott.ssa Raffaella Reggio, cell. 329.0096384 ;tel studio 0984- 791754, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.,al quale gli interessati potranno rivolgersi per eventuali sopralluoghi.

    Cosenza,lì 25/05/2017

     Il Professionista Delegato alla Vendita e Custode Giudiziario

    Reggio D.ssa Raffaella

     

  • Vendita con incanto: .
  • Vendita con incanto prezzo base: .
  • Vendita con incanto valore in aumento: .
  • Vendita senza incanto: 28-07-2017
  • Vendita senza incanto prezzo base: € 12.285,00
  • Vendita senza incanto valore in aumento in caso di gara: .
  • Deposito cauzionale: %
  • Tipo di vendita: .
  • Luogo di vendita: Presso lo studio del professionista delegato alla vendita sito in Cosenza ,Via C. Marini, 12
  • Modalità deposito offerta: Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa presso lo studio del professionista, entro le ore 12.00 del giorno precedente la data fissata per il loro esame e per la vendita. Sulla busta dovrà essere indicato esclusivamente il nome di chi deposita materialmente l’offerta (che può essere persona diversa dall’offerente) e la data della vendita; nessun altra indicazione deve essere apposta sulla busta e, dunque, né nome delle parti, né numero della procedura, né il bene per cui è stata fatta l’offerta, né l’ora della vendita o altro
  • Termine presentazione domanda: Per il deposito di offerte ai sensi dell’art. 571 c.p.c. esclusivamente dalle ore 9.30 alle ore 12.00 del giorno non festivo che precede l’udienza di seguito indicata presso lo studio del professionista delegato alla vendita sito in Cosenza ,Via C. Marini, 12
  • Data e ora apertura buste: .
  • Note Generiche:

    Per il caso in cui venga disposta la gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c. ovvero nell’ipotesi in cui si debba procedere alla vendita con incanto, che ciascuna offerta in aumento sull’offerta più alta non potrà essere inferiore a : € 100,00 per gli immobili valutati fino a € 5.000,00, € 1.000,00 per gli immobili valutati da € 5.000,00 a € 50.000,00; € 2.000,00 per gli immobili di valore superiore a € 50.000,00.

  • Custode: Dott.ssa Raffaella Reggio
  • Curatore: Dott.ssa Raffaella Reggio
  • Giudice: Dott.ssa Francesca Goggiamani
  • Delegato: Dott.ssa Raffaella Reggio
  • Pubblicato online il: Venerdì, 26 Maggio 2017
  • Codifica: registro:XXXX_rito:XXXX_categoria:XXXX_codicecomune:XXXX
Consulta gli allegati:
Aste Legalaste

ASTE GIUDIZIARIE :: LEGAL ASTE CALABRIA
Banca dati di Aste Giudiziarie Aste Immobiliari e Aste Fallimentari Online dei Tribunali calabresi
 

Altro in questa categoria: « Fabbricato e terreno
commercialisti lamezia terme2-RIDOTTO
LegalAste Calabria e l'Ordine Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Lamezia Terme hanno definito una convenzione per la pubblicità delle istanze di vendite

NOTE LEGALI   ::   NORMATIVA   ::   RSS NEWS  ::   PRIVACY  ::  GLOSSARIO  ::  COME PARTECIPARE

Sebbene venga riposta la massima cura ed attenzione nella pubblicazione delle informazioni contenute in questo sito,
si declina ogni responsabilità per eventuali errori, omissioni e imprecisioni.
* Informiamo che i dati evidenziati nei dettagli delle schede sono stati desunti dai documenti ufficiali, allegati alla stessa. Invitiamo gli interessati a prenderne visione. Per avere maggiori informazioni circa i dati identificativi del proprietario del bene e per avere notizia circa gli altri dati non pubblicabili ai sensi del codice della privacy, Vi preghiamo di recarsi presso la Cancelleria del Tribunale.
Per quanta cura abbiamo messo nella realizzazione del sito, vi invitiamo a segnalarci eventuali errori o malfunzionamenti in cui vi dovesse capitare di incorrere. Grazie.
 
Questo sito è conforme alla direttiva 2002/58/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 12 luglio 2002, relativa al
trattamento dei dati personali e alla tutela della vita privata nel settore delle comunicazioni elettroniche. Leggi
 
LEGALCALABRIA LOGO bianco
Portale dedicato alla pubblicità legale complementare

Copy Media24 PI 03251060798